Quali sono la forma e la struttura di un tappeto elastico?

luglio 7, 2019

Quando acquisti un tappeto elastico, devi valutarne la forma e la struttura. Queste devono quindi essere in linea con le tue esigenze d’uso e con lo spazio a tua disposizione proprio per il tappeto elastico.

Forma e struttura giuste

In molti credono che un tappeto elastico sia solo di forma rotonda. In realtà ormai sul mercato se ne trovano di tutti i tipi: rettangolare, esagonale, e persino ovale! Per un uso domestico, comunque, i modelli più quotati sono quelli di forma rotonda o al massimo esagonale. Un tappetto elastico rettangolare, ad esempio, è più adatto a chi si allena per uno sport, o per chi deve seguire determinati esercizi specifici.

Sicuramente il tappeto elastico di forma rotonda è quello che più si sposa con l’immaginario comune, quindi anche quello più ambito e, di conseguenza, più venduto. Questi modelli sono anche i più economici, poiché generalmente si adattano bene alle dimensioni e alle esigenze di tipo prettamente domestico.

Possono quindi essere collocati ovunque: in giardino, in veranda o in uno spazio aperto non molto grande.

I modelli di tappeto elastico di forma rettangolare, invece, tendono ad occupare più spazio e offrono prestazioni più professionali. Ecco perché il costo tende a salire.

Oltre alla forma, ti consigliamo di valutare anche le molle del tuo tappeto elastico. Esse devono essere in grado di assorbire il tuo peso e ti rilanciarti in aria con facilità. La presenza delle cinghie di tessuto e la loro qualità andrà ad influenzare la sicurezza legata all’utilizzo del tuo tappeto elastico. Se anche dei bambini useranno il tappeto, la sicurezza diventa sicuramente un fattore persino più importante.

Tutti questi fattori vanno quindi ad influenzare la struttura portante del tuo tappetto elastico, ed ecco perché è fondamentale scegliere con cura.

Leggi anche: Quanto è pratico da usare un tapis roulant?

Nessun commento

I commenti sono chiusi.