Guida all’acquisto di una dashcam

maggio 13, 2020

Se state pensando di acquistare una dashcam vi consigliamo la lettura di questo articolo per avere in mente certe considerazioni prima del suo acquisto. Ci sono infatti diverse funzionalità e dettagli che è necessario sapere per essere soddisfatti del proprio acquisto. 

Come funziona

Qualità video: questa è piuttosto importante, in quanto stabilirà quanto si potrà effettivamente ricavare dalle immagini catturate. L’HD (alta definizione) è la cosa da tenere d’occhio, in quanto fornirà video chiari e nitidi, ma le videocamere UHD (i video hanno una risoluzione doppia rispetto all’HD) e le dash cam da 4K (la risoluzione video è quattro volte superiore a quella dell’HD) stanno diventando sempre più popolari. Il motivo per cui servono immagini così chiare è dovuto al fatto di poter vedere i dettagli più piccoli, ad esempio la targa dell’auto che si è appena scontrata con voi e si è allontanata o il volto della persona che ha appena tentato di entrare nella vostra auto.

Angolo di visione: l’angolo di visione si riferisce a quanta parte della strada davanti (o dietro) può essere registrata. Le telecamere del cruscotto partono da circa 120 gradi e salgono fino a 180 gradi. In confronto, l’occhio umano ha un campo visivo di circa 140 gradi, quindi una telecamera a 180 gradi catturerà più di quanto accade ai lati dell’auto – importante per le collisioni che avvengono durante la guida o negli angoli del veicolo.

GPS: le dashcam con GPS integrato aggiungeranno automaticamente una posizione a qualsiasi videoclip importante, permettendo agli spettatori di sapere esattamente dove sono avvenuti gli incidenti – utile se la polizia o gli assicuratori stanno cercando di collegare le vostre riprese con le immagini delle telecamere a circuito chiuso o le informazioni dei testimoni.

Infine, c’è da tenere in conto la memoria. Se si registra un video UHD o 4K, i file video possono diventare piuttosto grandi. Se la scheda SD si riempie, la telecamera del cruscotto si limita a registrare su vecchie riprese non importanti (la cosiddetta registrazione in loop). Questo è normale, in quanto è probabile che non vogliate guardare le registrazioni dei vostri spostamenti quotidiani e che le eventuali collisioni vengano automaticamente bloccate e non vengano sovrascritte. La cosa da prendere in considerazione in questo caso è la quantità di video che si può catturare prima che i video vengano registrati – più alta è la memorizzazione, più riprese si possono registrare. Speriamo che questo articolo vi sia stato utile per l’acquisto di una dashcam.

Leggi anche Come scegliere un buon tablet – la connettività

Nessun commento

I commenti sono chiusi.